sabato 27 febbraio 2010

IL COL. LIUZZI SCRIVE ALL'ASSESSORE CIOCIA

(cliccare sulla lettera per ingrandirla)

Il colonnello Pietro G. Liuzzi ha scritto all'avv. Paolo Ciocia, assessore all'Università del Comune di Taranto, la lettera su riportata e inviata in copia anche al Dopolavoro Filellenico, con la quale rammenta all'amministratore tarantino l'impegno preso la sera della presentazione del libro di Costantino Ruscigno di intitolare una strada della città ai Caduti di Cefalonia, manifestando la speranza che l'assessore si impegni affinché nella toponomastica ai martiri di Cefalonia vengano accomunate le vittime della carneficina di Kos, isola del Dodecanneso dove nel '43 vennero fucilati senza motivo 103 combattenti italiani. Partecipando all'impegno del col. Liuzzi, che ringraziamo ancora una volta per le due accorate ed emozionanti conversazioni che egli ha tenuto con i nostri soci e con gli alunni del Quinto Ennio, ci auguriamo che la municipalità tarantina sappia ricordarsi di quei 103 militari dimenticati da ben 66 anni dallo Stato italiano e abbia il coraggio di rispondere positivamente alla sua proposta.

mercoledì 24 febbraio 2010

CONVERSAZIONE DI ROSSANA TEBANO


Sabato prossimo, 6 marzo, dalle ore 18,30 in poi, nell'aula magna "G. Monteleone" del liceo classico Giuseppe Moscati di Grottaglie gentilmente concesso dal dirigente scolastico, preside Guglielmo Matichecchia, la socia Rossana Tebano illustrerà e commenterà per i soci e ospiti le immagini e i momenti più significativi del gemellaggio effettuato nello scorso mese di ottobre dal liceo grottagliese e dall'associazione culturale "Amici del Moscati" con il liceo della cittadina greca di Argo.

lunedì 22 febbraio 2010

RINVIO LEZIONE DI DANZE GRECHE

La lezione di danze popolari greche di martedì 23 febbraio è rinviata per indisponibilità dell'insegnante. Il prossimo appuntamento è per martedì 2 marzo, come al solito dalle 15,00 alle 16,30. Appena possibile comunicheremo quando si potrà recuperare la lezione persa.

mercoledì 10 febbraio 2010

INTERESSANTE ESPRESSIONE CULTURALE CURATA DA DUE NOSTRE SOCIE

La nostra socia, e vice presidente della Alliance Française di Taranto, Teresa Bosco, e la socia Jolanda Leccese hanno dato vita nella sala Paisiello del liceo Archita ad un brillante incontro con la prof.ssa Stefania Santelia, docente di Letteratura Latina tardo antica dell'Università di Bari, per presentare un'originale e coinvolgente lettura del suo libro "Prosper d'Aquitaine. Ad coniugem suam".


Da sinistra: Teresa, la prof.ssa Santelia, il presidente dell'Alliance, prof. Pino Albenzio, Jolanda.



Nel pubblico si scorgono a seguire, con interesse e partecipazione, altre due socie, Brunella Checchi e Daniela Rotondo.

martedì 9 febbraio 2010

TERZA LEZIONE DEL CICLO DI DANZE POPOLARI GRECHE AL LICEO QUINTO ENNIO

Nella terza lezione gli allievi (pochi, ma buoni) di Ketty hanno imparato i primi passi del ballo ζωναράδικος χορός di Macedonia e Tracia. Come si evince dalle foto, e ancor più dal filmato, lo stile è paragonabile, a parte qualche trascurabile particolare tecnico, con quello delle migliori scuole di ballo della Grecia del Nord che si possono vedere su youtube:
La prossima lezione sarà martedì 23 febbraio dalle ore 15,00 alle 16,30









video

lunedì 8 febbraio 2010

FESTA DI CARNEVALE

In occasione della ricorrenza del Carnevale avremo il piacere, soci e amici, di trascorrere insieme spensieratamente una serata di festa in allegria e baldoria, a gentile richiesta in particolare di chi a Natale era indisposto. Sarà gradito - ma nulla è mai obbligatorio - l'abbigliamento in maschera. La serata potrà svilupparsi secondo il collaudato andamento della recente festa di Natale. I particolari nella circolare ai soci.

sabato 6 febbraio 2010

ALTRI COMMENTI ALLE NOSTRE ATTIVITA'

Siamo un gruppo di ragazzi e ragazze, tra gli 11 e 14 anni, aspiranti artisti teatrali che seguono un laboratorio di musical con la Compagnia Teatrale per Ragazzi "Teatrosmile".

Con la signora Alessandra Basile, nostra insegnante di musical e direttrice della compagnia teatrale, abbiamo partecipato ad un incontro organizzato dal Dopolavoro Filellenico sulle danze greche. Dobbiamo ammettere che all'inizio alcuni di noi erano alquanto scettici, perchè credevano che la danza tradizionale fosse troppo lontana dai gusti e dalle tendenze del momento, che interessano la maggior parte dei giovani della nostra età; ma, poi anche per loro, l'esperienza si è rivelata interessante e divertente, forse proprio perchè insolita e inaspettata. E, così, trascinati dall'entusiasmo dei più motivati anche i più timidi si sono lasciati coinvolgere nell'atmosfera allegra e amichevole che si era venuta a creare. E' stato un bel momento: ballare tutti insieme abbracciati ci ha dato una sensazione di gioia e di protezione, facendoci sentire la forza del gruppo. Abbiamo scoperto che la danza tradizionale è uno strumento efficace e piacevole per conoscere persone nuove e culture diverse, perchè è attraverso di essa un popolo si racconta.

Ringraziamo la signora Ketty Meliadou per la pazienza e la dolcezza che ha avuto nell'insegnarci i passi di danza e ringraziamo il Dopolavoro Filellenico per averci dato la possibilità di partecipare.

Marco Masiello a nome dei ragazzi di "Teatrosmile"

"Danze popolari … che bella idea accostarsi ad una cultura attraverso un’espressione artistica apparentemente semplice e, per questo, così coinvolgente, fino ad arrivare a coglierne la bellezza della complessità, della sua ricchezza! Anche per chi, come me, non ha mai coltivato la minima attitudine verso la danza è possibile, così, percepire questo aspetto culturale importante, troppo spesso confuso con le mode o il culto dell’immagine: una bella iniziativa!"
Roberta Bocci

martedì 2 febbraio 2010

SECONDA LEZIONE DEL CICLO DI DANZE POPOLARI GRECHE AL QUINTO ENNIO

La prossima lezione di danze popolari greche sarà martedì 9 febbraio dalle ore 15,00 alle 16,30 sempre nella palestra del liceo classico Quinto Ennio di Taranto









video

Per ascoltare l'audio dei filmati senza accavallamenti ricordate sempre di spegnere prima il lettore in fondo alla pagina.

lunedì 1 febbraio 2010

IL QUINTO ENNIO OSPITA IL COL. PIETRO LIUZZI

E' stata ascoltata con grande interesse e partecipazione la conversazione che il colonnello Pietro G. Liuzzi ha tenuto lunedì mattina 1° febbraio agli alunni dell'ultimo anno del liceo classico Quinto Ennio di Taranto. Dopo un primo momento di attenzione superficiale da parte di qualcuno degli alunni che forse non aveva ancora ben compreso la gravità delle storie raccontate dal relatore, una attenzione profonda ha rapito gli studenti che hanno condiviso in religioso silenzio le sensazioni forti e le emozioni intense, sottolineando più di una volta con affettuosi applausi la commozione che ha preso il col. Liuzzi nel ricordare e raccontare alcuni tragici episodi.


Il benvenuto della scuola all'oratore è stato offerto dal vicepreside prof. Salvatore Aloisio che ha ringraziato il col. Liuzzi per la sua opera meritoria in favore della ricostruzione storica delle vicende belliche.















Alla fine della conversazione, l'alunno Dario Bellucco ha letto una commovente lettera aperta agli studenti di una vecchia insegnante che ha sofferto in prima persona la tragica perdita di un congiunto, uno dei soldati dispersi in guerra il cui corpo non è mai più stato ritrovato.




Alla fine la scuola ha donato al relatore una copia delle più recenti pubblicazioni dell'istituto, la rivista del Quinto Ennio L'Arengo, e i Quaderni dell'Arengo.

LA CONFERENZA DI SABATO 30 GENNAIO DEL COL. LIUZZI IN TV



video

Telegiornale di STUDIO 100 di lunedì 1° febbraio ore 14,00

LA CANZONE DEL GRUPPO - ΚΑΠΟΥ ΘΑ ΣΥΝΑΝΤΗΘΟΥΜΕ

Abbiamo scelto questa canzone perché in qualche modo ci rappresenta, anche se è una condizione piuttosto comune a molti nella nostra epoca. Anche noi quando dobbiamo riunirci, per un motivo o per l'altro, per impegni di uno o dell'altro, troviamo difficile se non impossibile incontrarci. Inoltre è cantata da un gruppo di bravi artisti affiatati che speriamo possano portare fortuna alla nostra associazione. Cliccando qui possiamo trovare il testo e la traduzione in italiano