mercoledì 25 maggio 2011

LA MOSTRA DI LAURA MANISCALCO IN TV


video

Telegiornale di Blustar TV del 20 maggio 2011 ore 14,00


video

Notiziario web di STUDIO24 TV

1 commento:

  1. "Dal canto all'immagine", così è intitolato il personale vernissage, mostra che si compone di dodici poemi visivi dal pennello dell'artista tarantina Laura Maniscalco Blasi, presentati dalla stessa e dall'associazione culturale Dopolavoro Filellenico, giovedì 19 maggio 2011, presso l'Aula Magna del liceo classico Quinto Ennio, a Taranto.
    A coordinare l'incontro il prof. Giancarlo Antonucci, docente di materie classiche presso il liceo classico Quinto Ennio, sede didattica dell'associazione culturale Dopolavoro Filellenico di cui è presidente; ma vera protagonista della serata è stata l'artista Laura Maniscalco Blasi, che ha preso posto al tavolo dei relatori, fra cui il prof. Mario Lazzarini, socio-consigliere e docente di Latino e Greco e il prof. Mario Laruccia, docente di Storia dell'Arte, presso il liceo Quinto Ennio.
    Ad introdurre il vernissage, l'attrice tarantina Laura Alessandrino, con la lettura di alcuni frammenti della lirica greca arcaica - di Saffo, Alceo e Anacreonte - prima in lingua originale e poi della loro versione in Italiano a cura dell'ermetico Salvatore Quasimodo.
    La mostra, come anche la scelta dei frammenti, pone le sue basi su un profondo sentimento di amore per la natura; è dedicata ai Lirici Greci e ad un docente "speciale" che riuscì a commuovere l'animo dell'artista quand'era una studentessa, grazie alla sensibilità e alla raffinatezza proprie degli antichi maestri greci.
    Al termine dell'incontro - di grande interesse artistico, filologico e culturale - il professor Mario Laruccia ha concluso dicendo che "per l'artista all'interno della cornice il tempo viene sospeso". E così anche per noi - che ammiriamo con sentimento la sua pittura tonale, la sua carta di riso intrisa di emozioni, la sua singolare originalità nell'utilizzo sapiente dei colori acrilici - il tempo sembra fermarsi, riportandoci alla mente la poesia melodica, corale, i versi dei maestri greci ormai nel cuore d'ogni uomo colto.
    Giulia Scialpi

    RispondiElimina

LA CANZONE DEL GRUPPO - ΚΑΠΟΥ ΘΑ ΣΥΝΑΝΤΗΘΟΥΜΕ

Abbiamo scelto questa canzone perché in qualche modo ci rappresenta, anche se è una condizione piuttosto comune a molti nella nostra epoca. Anche noi quando dobbiamo riunirci, per un motivo o per l'altro, per impegni di uno o dell'altro, troviamo difficile se non impossibile incontrarci. Inoltre è cantata da un gruppo di bravi artisti affiatati che speriamo possano portare fortuna alla nostra associazione. Cliccando qui possiamo trovare il testo e la traduzione in italiano